MASTER IN GESTIONE
DEI BENI CULTURALI

LA NOSTRA STORIA, IL TUO FUTURO

BORSE DI STUDIO

Finalità

Il Master in Gestione dei Beni Culturali è rivolto a tutti coloro che desiderano lavorare nel mondo dei beni culturali, acquisendo una conoscenza profonda del settore, comprendendone complessità e peculiarità e sviluppando una visione manageriale che consenta di affacciarsi in un settore multiarticolato, che spazia dalla gestione museale in senso stretto alle nuove frontiere dell’art advisory, della comunicazione strategica e delle nuove tecnologie.

Le figure professionali che il Master aspira a formare sono: direttori di musei; manager di aziende private che forniscono servizi museali; consulenti degli enti pubblici preposti alla gestione e valorizzazione del patrimonio culturale; curatori e organizzatori di mostre ed eventi; sviluppatori di prodotti culturali innovativi; esperti in marketing e comunicazione dei beni culturali.

Il Master è arricchito da workshop, seminari, esercitazioni. Numerose lezioni, tenute da professionisti del settore tra cui direttori di musei, curatori di mostre, manager di aziende culturali, si svolgeranno presso importanti siti culturali, come: Quirinale, Galleria Borghese, Castel Sant'Angelo, Palazzo Barberini, Palazzo Venezia, Galleria Corsini, MAXXI, Musei Capitolini, MACRO, Auditorium Parco della Musica. Oltre a Gallerie d'arte private, case d'asta, fondazioni, centri di produzione culturale, agenzie di comunicazione.

Il programma del Master in Gestione dei Beni Culturali ha inizio con un’ampia panoramica sul settore dei beni culturali: i musei, gli enti, le associazioni, le fondazioni e le aziende che operano nell'ambito dei beni culturali, della tutela del paesaggio, del rapporto tra cultura e turismo, delle biblioteche e degli archivi, del cinema e dello spettacolo, del Made in Italy, delle mostre e degli eventi culturali, delle istituzioni e delle aziende quotidianamente impegnate nella tutela, nella valorizzazione e nella promozione del patrimonio culturale del nostro Paese. Il programma prosegue con l’analisi approfondita della gestione dei musei: gli enti pubblici preposti (Soprintendenze, Comuni, fondazioni, ecc.) e le professionalità che vi operano (direttori, conservatori, restauratori, curatori, registrar, ecc.), il rapporto tra le realtà pubbliche e private che convivono in un museo, i servizi al pubblico (dalla biglietteria alla gestione dei negozi museali, dalla produzione di strumenti di supporto alla didattica), la normativa di riferimento. A comunicazione, promozione e marketing, strumenti fondamentali nelle dinamiche di sviluppo dei beni culturali, è dedicata una Unit specifica altamente specializzante.

Segue un focus sulle nuove tecnologie al servizio dei beni culturali, divenute essenziali nelle dinamiche di fruizione e tutela del patrimonio artistico: gli allestimenti multimediali, la realtà virtuale, l'utilizzo dei droni. Il Master conduce poi gli studenti nel “mercato dell’arte”, ovvero la dimensione privata della cultura: gallerie d’arte, case d’asta, fiere di arte antica e contemporanea, l’art advisory, l'import e l'export dei beni culturali, il mecenatismo.

Conclude il corso una Unit specifica sull’organizzazione di una mostra: dall’ideazione del progetto espositivo alla scelta delle opere, dalla gestione dei prestiti alla creazione dell’immagine dell’evento, dal progetto allestitivo alla campagna di comunicazione e tutti gli attori coinvolti: organizzatori, curatori, trasportatori, assicuratori, architetti, allestitori, editori, ecc.

Galleria-Corsini

Sbocchi professionali

La Gestione dei Beni Culturali e ambientali è un campo in continua evoluzione e le figure professionali operanti in questo settore devono possedere una sempre maggiore conoscenza del settore e degli attori coinvolti, il rispetto per il patrimonio artistico - culturale del nostro Paese e competenze manageriali multiarticolate, che spazino dalla gestione economico-finanziaria alle conoscenze linguistiche, dalla conoscenza delle nuove tecnologie allo sviluppo di innovative forme di marketing e comunicazione per il mercato nazionale e internazionale.

Tra le figure professionali che il Master in Gestione dei Beni Culturali intende formare:

  • Direttori di musei, monumenti, aree archeologiche e altri siti culturali
  • Manager di aziende private che forniscono servizi museali
  • Organizzatori e curatori di mostre ed eventi culturali
  • Esperti in marketing e comunicazione dei beni culturali
  • Consulenti di enti pubblici e privati preposti alla diffusione, gestione, valorizzazione, tutela e conservazione del patrimonio culturale (Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Soprintendenze, Assessorati, Fondazioni, ecc.)

ORGANI

Direttore scientifico
Prof. Lorenzo Soave
Munus Arts & Culture - Direttore Gestioni Museali e Mostre

 

DOCENTI

Simonetta Antellini - Direttore Ufficio Esportazione Oggetti d'Antichità e d'Arte SOPRINTENDENZA SPECIALE DI ROMA
Carolina Botti - Direttore ALES
Raffaele Carlani - Fondatore PROGETTO KATATEXILUX
Stefano Casciu - Direttore POLO MUSEALE DELLA TOSCANA
Matteo Cassese - Fondatore LA FABBRICA DELLA REALTA'
Rita Cosentino - Archeologa, già Direttrice NECROPOLI DI CERVETERI - SITO UNESCO
Marco Di Fonzo - Presidente ITALIA NOSTRA
Francesca Fei - Dirigente Area Benchmarking Culturale e Qualità REGIONE LAZIO
Federica Franzoso - Capo Settore Cultura, Turismo, Musei e Biblioteche COMUNE DI PADOVA
Martina Gatti - Amministratore Delegato SINOPIE
Peter Kercher - Fondatore e Ambasciatore EIDD - DESIGN FOR ALL EUROPE
Daniele Kihlgren - Fondatore SEXANTIO
Giorgio Lauretta - Amministratore Delegato TICKETONE
Alberto Magni - Responsabile Fine Art MAG JLT
Sandra Manara - Direttore MAUSOLEO E PALAZZO DI TEODORICO
Maurizio Manetti - Amministratore Delegato AUDIOGUIDE
Lucia Marchi - Direttore DIREZIONE GENERALE BIBLIOTECHE E ISTITUTI CULTURALI MIBACT
Mariastella Margozzi - Direttore POLO MUSEALE DELLA PUGLIA
Michele Martucci - Funzionario SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGIA BELLE ARTI E PAESAGGIO DI CASERTA
Monica Morbidelli - Funzionario Architetto SOPRINTENDENZA BELLE ARTI E PAESAGGIO DI ROMA
Giuseppe Naccarato - Fondatore VIAGGIART
Francesco Palombi - Presidente PALOMBI EDITORI
Valentina Re - Professore Ordinario in Cinema, Fotografia e Televisione LINK CAMPUS UNIVERSITY
Lapo Sergi - Presidente APICE
Lorenzo Soave - Direttore gestioni museali e mostre MUNUS ARTS & CULTURE
Giovanni Stracquadaneo - Fondatore I2MFACTORY
Rossella Vodret - Storica dell’Arte e curatrice, già Soprintendente per il POLO MUSEALE DELLA CITTA' DI ROMA

corsini

Iscrizione e accesso al Master

I candidati al Master, per essere ammessi alla prova di selezione, devono essere in possesso di Laurea Specialistica, di Laurea Magistrale e/o di Laurea Vecchio Ordinamento, conseguita in una Università degli Studi della Repubblica Italiana o altro Istituto Superiore equiparato, o di altro titolo equivalente conseguito presso altra Università, anche straniera, a condizione che il medesimo sia legalmente riconosciuto in Italia.

I candidati in possesso di un titolo accademico conseguito all’estero dovranno essere in possesso della dichiarazione di valore del titolo conseguito, rilasciata dalle competenti rappresentanze diplomatiche o consolari italiane del paese in cui hanno conseguito il titolo.

I requisiti devono essere posseduti e dimostrati alla data di scadenza del bando di Ateneo, pena la non ammissione alla prova di selezione del Master.

La retta senza agevolazioni per l'iscrizione al Master è di € 10.000. Il contributo di Iscrizione è di € 500,00 e il costo della Tassa di esame finale è di € 300,00.

Palazzo-Barberini

PROGRAMMA

Scarica il calendario.

CFU

UNIT 1 - PANORAMICA A 360°: MUSEI E BIBLIOTECHE, CINEMA E TEATRO, TURISMO E PAESAGGIO

SECS-P/06

  • La valorizzazione di un bene culturale: l’esempio della Link Campus University: il Casale di San Pio V
  • Il Business Plan di un museo e la pianificazione economico-finanziaria di una mostra
  • Teatro e media
  • Cinema e spettacolo dal vivo
  • Il cinema e la televisione nella promozione del patrimonio culturale
  • Nuovi modelli di turismo culturale; La valorizzazione dei luoghi della cultura attraverso il rilancio turistico
  • Fund raising e progetti internazionali: Europrogettazione
  • Biblioteche e Archivi
  • Tutela e recupero: il Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale
  • Le fiere dedicate ai beni culturali: Rome Museum exhibition
CFU

UNIT 2 - I MUSEI: ORGANIZZAZIONE, DIREZIONE E GESTIONE

L-ART/04

  • La direzione di musei e monumenti: il Mausoleo e il Palazzo di Teodorico a Ravenna
  • La direzione delle aree archeologiche: il Museo e la Necropoli di Cerveteri
  • Ricerca, cura e gestione delle collezioni: il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia
  • Museologia e Museografia
  • Il ruolo della Pubblica Amministrazione nei musei
  • I Musei Civici di Roma: la gestione Zètema
  • Il ruolo dei privati nei musei: i servizi aggiuntivi
  • I servizi di accoglienza: orientamento, biglietteria, prenotazioni e prevendite
  • Il negozio museale
  • La didattica museale
CFU

UNIT 3 - LA COMUNICAZIONE E IL MARKETING DEI BENI CULTURALI

SPS/08

  • Il marketing museale
  • I beni culturali e il mondo digitale
  • Social Media e musei
  • Ufficio Stampa e beni culturali
  • Canali e strumenti della comunicazione: organizzazione e gestione della comunicazione
  • Beni culturali, comunicazione, turismo: il caso ViaggiArt
CFU

UNIT 4 - TECNOLOGIA E BENI CULTURALI

INF/01

  • La ricerca tecnologica nei beni culturali
  • Musei italiani e servizi digitali; la tecnologia come forma di "edutainment"
  • Allestimenti multimediali per la divulgazione e valorizzazione dei luoghi della cultura: la Domus Aurea
  • Videogiochi e beni culturali; il VIGAMUS - Museo del Videogame
  • La tecnologia al servizio dei musei: dalle audioguide alle videoguide e applicazioni per dispositivi mobili
  • Tecnologie per la tutela e il monitoraggio dei beni culturali: i droni
CFU

UNIT 5 - IL MERCATO DELL'ARTE

SECS-P/08

  • Viaggio nell'arte contemporanea. Dal Dopoguerra ad oggi
  • La vita di un artista
  • Le gallerie d'arte e le fiere d'arte
  • Il Mibact e l'import-export delle opere d'arte
  • Collezionismo: dalla collezione privata alla corporate collection
  • Le case d'asta
CFU

UNIT 6 - L'ORGANIZZAZIONE DI UNA MOSTRA

L-ART/04

  • La cura della mostra
  • Progettazione di mostre ed eventi culturali
  • Pianificazione e gestione degli eventi culturali per la valorizzazione del territorio
  • La gestione dei prestiti
  • Trasporti e assicurazioni
  • Gli allestimenti di una mostra
  • Il catalogo di una mostra
  • Le mostre "chiavi in mano"

Project work 

Ciascun partecipante al master è chiamato ad elaborare un project work assistito da un docente: il PW è finalizzato a sviluppare un progetto concreto. Nel caso di candidati in stage, il PW può essere commissionato dall’azienda ospitante e può coincidere con il periodo di stage.

ALTRE ATTIVITÀ

Laboratori, Workshop, Seminari, Testimonianze

Per consolidare negli studenti le nozioni trasmesse durante le lezioni frontali sono stati inseriti nel programma del master dei “Laboratori di progettazione”, che applicano la metodologia del learning by doing e sono finalizzati a garantire all’allievo il “saper fare” piuttosto che il “conoscere che…”.

  • Partecipazione ad un bando di gara per l’affidamento in concessione dei servizi museali
  • Progetto di comunicazione non convenzionale per un museo o una mostra
  • Case study: le indagini sulle opere di Caravaggio. Esercitazioni pratiche
  • Laboratori su innovazione tecnologica e sociale
  • Progettazione Europea
  • Unit di ricerca CULTURAL HERITAGE
  • Visite guidate e testimonianze

Orientamento e Coaching

  • Il mercato del lavoro giovanile
  • Approccio strategico alla ricerca del lavoro
  • Cos’è il COACHING e come può essermi utile
  • “Chi sono” viene prima di “Chi voglio diventare”
  • L’intersezione tra il proprio progetto di vita e quello professionale: il CAREER Coaching e le mie risorse
  • L’importanza di imparare a prendersi cura dei propri pensieri: "pensare bene" è una scelta per una vita piena e soddisfacente
  • Definizione degli obiettivi e piano di azione.

TIROCINI E STAGE

I tirocini formativi avranno una durata di minimo 320 ore e massimo 800 ore, da svolgersi nell’arco temporale concordato con l’azienda ospitante (da due a sei mesi), coerentemente con le attività del progetto formativo che saranno assegnate al tirocinante.

Di seguito, sono indicate alcune aziende partner e alcuni enti ospitanti i tirocini formativi previsti per i partecipanti al master:

VUOI SAPERNE DI PIÙ?