MASTER IN GESTIONE DEI FLUSSI MIGRATORI E PROCESSI DI INTEGRAZIONE NELLA CITTÀ MULTIETNICA

BORSE DI STUDIO

5 BORSE INPS
10 BORSE LINK CAMPUS UNIVERSITY

Vademecum, Bando e domanda di partecipazione

Il Master in Governo dei flussi migratori mira a formare esperti di alto profilo in analisi dei fenomeni migratori, capaci di gestire e pianificare politiche di integrazione ed accoglienza.

Le lezioni del Master in Flussi Migratori sono tenute da docenti di chiara fama in ambito nazionale ed internazionale, esperti ed operatori del settore delle politiche migratorie, dei diritti umani e della gestione delle reti per lo sviluppo e l’integrazione sociale.

Un nuovo approccio didattico

Il Master è caratterizzato da un approccio marcatamente interdisciplinare e pragmatico.
La metodologia didattica utilizzata consente l’acquisizione di una conoscenza operativa garantita dall’alternanza della didattica in aula con le attività di approfondimento.
Il Master prevede l'utilizzo di metodologie didattiche di tipo attivo, basate su interazione, cui sono affiancate prove di valutazione finalizzate ad un costante monitoraggio dell'apprendimento. I metodi adottati sono mirati, oltre all'efficacia per l'apprendimento, ad un'accurata gestione del tempo, con particolare attenzione al coinvolgimento dei partecipanti e all'interazione con i docenti.
Al fine di dar modo ai discenti di apprendere secondo i propri tempi ed i propri stili cognitivi, alle attività di aula si uniscono momenti di autoapprendimento seguiti da momenti di decodifica e consolidamento delle conoscenze acquisite con i docenti, secondo il modello del flipped learning, o didattica capovolta.
A fronte delle lezioni d’aula tradizionali, fondamentali nel trasferimento delle conoscenze dal docente agli studenti, il Master prevede momenti di discussione in plenaria e momenti di lavoro individuale e di gruppo, volti a facilitare l'apprendimento e a stimolare sia la capacità innovativa che quella applicativa.

Al fine di sviluppare un approccio sistemico nei discenti sono previste:
-  durante le ore di didattica frontale: lezioni corali svolte in presenza di più docenti e/o testimonial per lo studio e l’analisi di specifici temi da più punti di vista;
-  durante le attività di approfondimento: l’utilizzo - per l'identificazione e la gestione dei problemi, attraverso le tre fasi di analisi, diagnosi e soluzione - di casi di studio, simulazioni, esercitazioni pratiche e role playing. Tali metodologie consentono, inoltre, di interagire continuamente con gli altri partecipanti, confrontando le proprie opinioni e sviluppando quindi una spiccata capacità di ascolto, utile per la "lettura" dei segnali provenienti dall'ambiente.
-  durante il Project work: ove possibile a seguito dell’analisi del Coach e della Faculty e sulla base dei profili dei partecipanti al master e dei loro relativi contesti lavorativi di provenienza, attraverso lo sviluppo di un unico macroprogetto sperimentale e innovativo.

ORGANI

Direttore scientifico:
Prof. Maurizio Zandri
Docente di “Sociologia dei conflitti” Link Campus University

Presidente del Master:
Prof. Riccardo Compagnucci
Capo Dipartimento per le Politiche del Personale dell’Amministrazione Civile e per le Risorse Strumentali e Finanziarie

COMITATO SCIENTIFICO

Vincenzo Scotti, Presidente Link Campus University
Vanna Fadini, Presidente di Global Educational Management Srl
Francesco Carchedi, sociologo, esperto di processi di politiche migratorie
Giovanni Devastato, Professore di processi di progettazione sociale, Università la Sapienza
Marco Emanuele, Docente di “Democrazie e totalitarismi” Link Campus University
Maurizio Geusa, Architetto - Docente di “Pianificazione urbanistica e aree metropolitane” Link Campus University
Salvatore Ippolito, International Protection and Resettlement expert
Concetta Mirisola, Direttore Generale Istituto Nazionale per la promozione della salute delle popolazioni Migranti ed il contrasto delle malattie della Povertà (INMP)
Lucia Nucci, docente di “ Progettazione urbanistica” Università di Roma Tre
Luca Pacini, Direttore Cittalia –ANCI
Nadan Petrovic, Centro studi sull’immigrazione Università La Sapienza
Giuseppe Terranova, docente di “Geografia delle migrazioni” Link Campus University
Maria Cristina Treu, Professore Ordinario di urbanistica al Politecnico di Milano

DOCENTI

Maurizio Zandri
Giovanni Baglio
Giuseppe Bea
Miriam Castaldo
Francesco Carchedi
Paola Carobbi
Riccardo Compagnucci
Gianfranco Costanzo
Silvia Cristofori
Marco Emanuele
Gabriele Natalizia
Cristina Montefusco
Sonia Viale

Iscrizione e accesso al Master

I candidati al Master, per essere ammessi alla prova di selezione, devono essere in possesso di Laurea Magistrale, Specialistica Vecchio Ordinamento, conseguita in una Università degli Studi della Repubblica Italiana o altro Istituto Superiore equiparato, o di altro titolo equivalente conseguito presso altra Università, anche straniera, a condizione che il medesimo sia legalmente riconosciuto in Italia.

I candidati in possesso di un titolo accademico conseguito all’estero dovranno essere in possesso della dichiarazione di valore del titolo conseguito, rilasciata dalle competenti rappresentanze diplomatiche o consolari italiane del paese in cui hanno conseguito il titolo.

I requisiti devono essere posseduti e dimostrati alla data di scadenza del bando di Ateneo, pena la non ammissione alla prova di selezione del Master.

La retta senza agevolazioni per l'iscrizione al Master è di 12.000 euro. Il contributo di Iscrizione è di € 500,00.

PIANO DI STUDI

ore

Unit 0 – Linee di un linguaggio comune 

  • Il Master:  obiettivi, contenuti, metodologie e risultati attesi
  • Lo scenario delle migrazioni contemporanee: gli effetti spinta, gli effetti attrattivi.
  • I paesi di origine e di destinazione.
  •  Identità e migrazioni: dialogo, indifferenza, paura e conflitti
ore

Unit 1 – Diritto dell’ immigrazione, diritto d’asilo e protezione internazionale (60 ore) 

  • Diritti umani, accoglienza, integrazione, cittadinanza: i principi ed i Trattati internazionali
  • La storia e l’attualità delle politiche europee in materia di immigrazione
  • La politica e le leggi sull’immigrazione in Italia. Vie legali di ingresso e soggiorno
  • Rimpatri coatti e volontari, gli accordi con i Paesi di origine e transito e strategie di contenimento dei flussi (il decreto Minniti)
  • Origini e storia del diritto d’asilo
  • Recepimento delle direttive europee
  •  Corridoi umanitari e piattaforme di sbarco
ore

Unit 2 - I sistemi e le procedure di accoglienza e integrazione

  •  Il sistema di accoglienza degli immigrati e richiedenti asilo in Italia
  • Il diritto alla salute e la salute dei migranti: la legislazione e il ruolo delle organizzazioni internazionali
  • L’accesso ai servizi sanitari: procedure, approcci ed ostacoli
  • L’accesso ai servizi educativi e al lavoro
ore

Unit 3 - La lotta alle principali vulnerabilità 

  • La presa in carico dei Minori stranieri non accompagnati
  • La violenza di genere
  • Le vittime di tratta
  • Le mutilazioni genitali femminili

Attività di approfondimento -Politiche migratorie comparate (20 ore)

  • Modello USA, Canada e Australia
  • Francia, Regno Unito e Germania
  • Modello mediterraneo di immigrazione (Italia, Spagna e Grecia)
  • Modello giapponese
ore

Unit 4 - L’economia della migrazione e impatto della migrazione nella società e nella città 

  • La presenza straniera come fattore di riequilibrio socio-demografico. Punti di forza e  di debolezza
  • L’impatto nei Paesi di origine e in quelli di destinazione
  • L’impatto sulle politiche urbanistiche e sui processi di infrastrutturazione sociale.
  • Il mercato del lavoro stratificato. Collocazione e condizioni occupazionali degli stranieri nei diversi settori produttivi. L’apporto in termini previdenziali
  • Il lavoro autonomo degli immigrati. Le imprese condotte da stranieri.  Il caso dei cinesi, dei marocchini e dei senegalesi

Attività di approfondimento (40 ore)

  • I Millenium Development Goals,UN Habitat e lo sviluppo urbano mondiale
  • Le comunità di migranti a Roma – testimonianze
  • Salute, migrazione e povertà – testimonianze e casi studio
ore

Unit 5 - Policies e strumenti di intervento a supporto dell’integrazione: rigenerazione urbana, partecipazione, condivisione 

  • Pianificazione sostenibile e gestione partecipata delle trasformazioni urbane in senso interculturale
  • Politiche di inclusione e la dimensione della cittadinanza: la scuola, la sanità, la casa, il lavoro, i servizi urbani e la coesione politico-istituzionale
  • Conflitti e integrazione, il ruolo della comunicazione
  • I fondi dedicati ed i “progetti in cantiere”: strumenti e attori per l’integrazione
  •  Le realtà multietniche in Italia: successi e criticità

 

Attività di approfondimento (40 ore)

  • Come si costruisce un progetto complesso per l’integrazione. Laboratorio didattico
  • La partecipazione ai Bandi per i Fondi europei di sostegno alle politiche dell’immigrazione (FAMI)

Project Work

Durante lo svolgimento del master è previsto per ciascun partecipante lo svolgimento di un Project Work (PW) formativo professionalizzante coerente con i temi trattati dal corso.
Il PW è parte integrante dell’attività didattica del master, è oggetto di valutazione e attribuisce n. 25 crediti formativi universitari (CFU).
Il PW è un progetto con carattere operativo e concreto riferito ad una situazione reale della P.A. ed ha lo scopo di proporre una o più soluzioni innovative e/o migliorative, anche attraverso l'approfondimento di variabili di contesto, processi e modelli applicativi, l'analisi e lo studio comparativo in contesti similari, nazionali ed internazionali.
Il PW può prevedere, infatti, sia l'innovazione di un’attività sia l'impostazione o il cambiamento di una struttura organizzativa o ancora il miglioramento di una nuova procedura operativa o lo sviluppo di un nuovo processo.
Il PW può essere individuale o di gruppo, in quest'ultimo caso l'apporto individuale sarà oggetto di valutazione specifica.

Vuoi saperne di più?

Compila il modulo o chiama il numero +39 3316614344