MASTER IN GESTIONE DELLE
ORGANIZZAZIONI PUBBLICHE
COMPLESSE

 

 

BORSE DI STUDIO

Finalità

Il Master si propone di aiutare gli attori pubblici a governare questa trasformazione, fornendo competenze per:

  • comprendere e orientarsi nella complessità e dinamicità del contesto in cui le organizzazioni pubbliche si ritrovano a operare e delle molteplici interconnessioni con stakeholder del settore e del territorio di riferimento necessarie per generare benefici di interesse generale per i sistemi socio-economici e le comunità amministrative;
  • organizzare e gestire azioni di governo e di regolazione finalizzate a conseguire i benefici e gli effetti desiderati attraverso metodologie e strumenti innovativi;
  • muoversi con padronanza in contesti dinamici e andare con l’uso di strumenti informatici innovativi, al raggiungimento degli obiettivi programmatici.

ORGANI

Prof. Sergio Zoppi
Presidente del Comitato Scientifico

Prof. Piero Calandra
Direttore del master

Prof. Elvira Frojo
Coordinatore didattico del master

COMITATO SCIENTIFICO

Mario Panizza
Presidente della Scuola Postgraduate

Vanna Fadini
Presidente GEM srl

Elvira Frojo
Coordinatore didattico del Master in Gestione delle Organizzazioni Pubbliche complesse

Sergio Zoppi
Docente del Master in Gestione delle Organizzazioni Pubbliche complesse

DOCENTI

Giuseppe Allegri
Marco Bani
Luigi Corvo
Marcello Corvo
Lucio Dicorato
Alessandra De Marco
Luigi Fiorentino
Tullia Galanti
Francesco Gallo
Francesca Giovannetti
Giustino Lo Conte
Andrea Masala
Antonio Nicodemo
Elisa Pintus
Lavinia Pastore
Leonardo Previ
Stefano Sacchi
Alessandro Sterpa
Simone Tani

Iscrizione e accesso al Master

I candidati al Master, per essere ammessi alla prova di selezione, devono essere in possesso di Laurea Specialistica, di Laurea Magistrale e/o di Laurea Vecchio Ordinamento, conseguita in una Università degli Studi della Repubblica Italiana o altro Istituto Superiore equiparato, o di altro titolo equivalente conseguito presso altra Università, anche straniera, a condizione che il medesimo sia legalmente riconosciuto in Italia.

I candidati in possesso di un titolo accademico conseguito all’estero dovranno essere in possesso della dichiarazione di valore del titolo conseguito, rilasciata dalle competenti rappresentanze diplomatiche o consolari italiane del paese in cui hanno conseguito il titolo.

I requisiti devono essere posseduti e dimostrati alla data di scadenza del bando di Ateneo, pena la non ammissione alla prova di selezione del Master.

La retta senza agevolazioni per l'iscrizione al Master è di € 10.000. Il contributo di Iscrizione è di € 500,00 e il costo della Tassa di esame finale è di € 300,00.

PROGRAMMA

Scarica il calendario.

ore

UNIT 1 – GOVERNANCE

  • Il Sistema amministrativo. Profili organizzativi. Linee evolutive. Studi di casi;
  • Il Quadro Costituzionale. Gli attori della Governance pubblica e l'ambiente di riferimento. Studio di casi;
  • La multilevel governance: ambito definitorio, analisi comparata dei modelli a livello sovranazionale, aspetti di criticità e innovazione. Studio di casi;
  • La multilevel governance: profili finanziari. Studio di casi;
  • La multilevel governance: i processi di razionalizzazione della spesa pubblica. Studio di casi: il procurement pubblico. Da Consip al sistema dei soggetti aggregatori. Studio di casi;
  • Innovazione e aziendalizzazione nelle AAPP. Dalla digitalizzazione delle pubbliche amministrazioni all’intelligenza artificiale. Studio di casi;
  • Il governo delle informazioni nel sistema pubblico e l’accountability. I dati e le informazioni delle pubbliche amministrazioni per una migliore governance. Studio di casi;
  • I principi economico aziendali nelle AAPP. Efficacia – Efficienza - Economicità delle amministrazioni pubbliche: la rete dei controllori e delle giurisdizioni. Come coniugare legalità ed aziendalizzazione. Studio di casi.

Attività laboratoriali (20 ore)

ore

UNIT 2 – LA LEADERSHIP NELLA COMPLESSITÀ

  • Basi di teorie dell’organizzazione, della motivazione e della Leadership;
  • Principali approcci teorici e applicativi sulla leadership pubblica;
  • Leadership politica e leadership amministrativa nel contesto pubblico. Rapporto Leadership-comunicazione;
  • Leadership e cambiamento organizzativo;
  • Modelli di leadership e nel settore no profit;
  • Negotiation skills e valore per gli stakeholders.

Attività laboratoriali (20 ore)

ore

UNIT 3 – I SISTEMI ORGANIZZATIVI E OPERATIVI NEL NUOVO CONTESTO

  • Evoluzione dei modelli di stato e dei ruoli del settore pubblico. Dal paradigma del “cambiamento per riforma” alla sperimentazione di innovazioni con governance multi-stakeholder. La Tripla Elica;
  • Analisi comparativa fra i sistemi pubblici dei Paesi Ocse: Government at a Glance;
  • Performance Management: dalla significazione del valore pubblico alla misurazione e valutazione delle performance organizzative;
  • Valutare per decidere: dati-informazioni-conoscenza per assumere decisioni “evidence based”. Il caso dell’outcome based commissionino;
  • Focus: change management nella PA. Come costruire la mappa del cambiamento con approcci di collaborative management;
  • Il ruolo della tecnologia come leva per il cambiamento: dall’e-government all’e-governance;
  • Focus: l’innovazione nei sistemi di contabilità pubblica;
  • Dal fordismo pubblico a modelli citizen centered: come cambia il rapporto PA-Società.

Attività laboratoriali (20 ore)

ore

UNIT 4 – L’ORGANIZZAZIONE DELLE POLITICHE PUBBLICHE

  • Introduzione: che cosa sono le politiche pubbliche e il legame tra policy e politics. Il ciclo di policy;
  • Gli attori prevalenti e le patologie del ciclo di policy;
  • La valutazione ex-ante delle politiche e le relazioni a corredo degli atti normativi;
  • Monitoraggio e valutazione ex-post delle politiche;
  • Studi di caso (politiche sociali e del lavoro, dello sviluppo tecnologico);
  • Sfide alle politiche pubbliche: cambiamento tecnologico, demografico, migrazioni e globalizzazione.

Attività laboratoriali (20 ore)

Project Work

Durante lo svolgimento del master è previsto per ciascun partecipante lo svolgimento di un Project Work (PW) formativo professionalizzante coerente con i temi trattati dal corso.
Il PW è parte integrante dell’attività didattica del master, è oggetto di valutazione e attribuisce n. 25 crediti formativi universitari (CFU).
Il PW è un progetto con carattere operativo e concreto riferito ad una situazione reale della P.A. ed ha lo scopo di proporre una o più soluzioni innovative e/o migliorative, anche attraverso l'approfondimento di variabili di contesto, processi e modelli applicativi, l'analisi e lo studio comparativo in contesti similari, nazionali ed internazionali.
Il PW può prevedere, infatti, sia l'innovazione di un’attività sia l'impostazione o il cambiamento di una struttura organizzativa o ancora il miglioramento di una nuova procedura operativa o lo sviluppo di un nuovo processo.
Il PW può essere individuale o di gruppo, in quest'ultimo caso l'apporto individuale sarà oggetto di valutazione specifica.

VUOI SAPERNE DI PIÙ?