MASTER IN SICUREZZA PUBBLICA E SOFT TARGET

BORSE DI STUDIO

Finalità

Il Master in Sicurezza Pubblica e Soft Target si propone di formare esperti in grado di operare nel settore della sicurezza pubblica. Al termine del Master, i partecipanti dovranno aver acquisito le competenze necessarie per identificare le situazioni potenzialmente rischiose, pianificare strategie di intervento nel breve e nel lungo periodo, gestire la sicurezza pubblica con riferimento tanto ai cosiddetti “grandi eventi” quanto alla quotidianità.

Attraverso approcci e metodologie di analisi multidisciplinari, il Master affronta le tematiche relative alla gestione della sicurezza pubblica e dell’ordine pubblico, con particolare riferimento a come esse sono influenzate dall’evoluzione dei fenomeni criminali e terroristici. Un focus specifico è dedicato alla gestione della sicurezza e dell’ordine pubblico nelle manifestazioni sportive.

Il Master fornisce un ampio ventaglio di conoscenze e competenze relative all’evoluzione della normativa in materia di ordine pubblico e gestione della sicurezza, alle principali tecniche investigative, alle strategie di prevenzione e di contrasto, alla percezione sociale dei fenomeni terroristici e agli effetti delle connesse politiche pubbliche, alla gestione dei processi di comunicazione (con particolare riferimento alla crisis communication e al ruolo dei social media).

ORGANI

Il Presidente
Prof. Vincenzo Scotti

Direttore
Prof. Nicola Ferrigni

COMITATO SCIENTIFICO

Vincenzo Scotti (presidente)
Armando Angelucci
Flaminia Canevelli
Vanna Fadini
Nicola Ferrigni (direttore)
Armando Forgione
Elvira Frojo
Giuseppe Garramone
Anna Maria Giannini
Roberto Massucci
Antonio Pignataro
Marica Spalletta

DOCENTI

Armando Angelucci
Francesca Baralla
Luca Bregantini
Flaminia Canevelli
Maria Elena Castaldo
Mario Ciampi
Pierluigi Cordellieri
Nicola Ferrigni
Armando Forgione
Pamela Franconieri
Paola Giannetakis
Anna Maria Giannini
Massimo Improta
Paolo Leporale
Roberta Lograno
Giovanni Macera
Roberto Massucci
Marco Mayer
Ludovica Moschini
Lucia Muscari
Marco Naddeo
Gabriele Natalizia
Serenella Pesarin
Antonio Pignataro
Paolo Polidori
Francesco Sidoti
Giovanna Sisti
Marica Spalletta
Rita Staccone
Pasquale Taliento
Maurizio Zandri

Iscrizione e accesso al Master

I candidati al Master, per essere ammessi alla prova di selezione, devono essere in possesso di Laurea Triennale (requisito minimo per l’ammissione al Master) o Specialistica, di Laurea Magistrale e/o di Laurea Vecchio Ordinamento, conseguita in una Università degli Studi della Repubblica Italiana o altro Istituto Superiore equiparato, o di altro titolo equivalente conseguito presso altra Università, anche straniera, a condizione che il medesimo sia legalmente riconosciuto in Italia.

I candidati in possesso di un titolo accademico conseguito all’estero dovranno essere in possesso della dichiarazione di valore del titolo conseguito, rilasciata dalle competenti rappresentanze diplomatiche o consolari italiane del paese in cui hanno conseguito il titolo.

I requisiti devono essere posseduti e dimostrati alla data di scadenza del bando di Ateneo, pena la non ammissione alla prova di selezione del Master.

La retta senza agevolazioni per l'iscrizione al Master è di € 10.000. Il contributo di Iscrizione è di € 500,00 e il costo della Tassa di esame finale è di € 300,00.

PROGRAMMA

Scarica il calendario.

ore

UNIT 1 – La criminalità: un approccio interdisciplinare

  • Criminologia
  • Metamorfosi del crimine ed evoluzione degli strumenti di tutela della sicurezza pubblica
  • Sociologia della devianza
  • Il crimine come fenomeno giuridico: strumenti preventivi e strumenti repressivi
  • Crimine, etica e giustizia sociale
  • Politiche penali nell’era della globalizzazione
  • Le organizzazioni criminali: attori, ruoli, processi
  • Reti finanziarie e criminalità
  • Psicologia del crimine
  • La criminalità minorile e i modelli di recupero
  • La percezione sociale del crimine
ore

UNIT 2 – L’ordine pubblico

  • Sociologia della sicurezza: tra safety e security
  • L’ordinamento della sicurezza: soggetti e funzioni
  • La normativa italiana in materia di sicurezza pubblica
  • Ordine pubblico e controllo territorio
  • La gestione dei grandi eventi
  • Le manifestazioni sportive: normativa nazionale e internazionale
  • La gestione della sicurezza degli impianti sportivi e la responsabilità penale dell’organizzatore
  • Le nuove misure per la sicurezza negli stadi e la loro percezione sociale
  • Le Forze dell’Ordine e la gestione del tifo violento: esperienze nazionali e internazionali a confronto
  • L’ordine pubblico e la gestione dei flussi comunicativi
ore

UNIT 3 – Il terrorismo internazionale

  • Criminologia del terrorismo
  • Terrorismo e guerra simmetrica e asimmetrica
  • I soft target come obiettivi del terrorismo internazionale
  • Politiche nazionali e strategia di negoziazione internazionale per il contrasto al terrorismo
  • Le strategie di contrasto al terrorismo: cooperazione internazionale e integrazione culturale
  • Gli strumenti giuridici: il mandato di arresto europeo
  • Sistemi di intelligence e sicurezza internazionale
  • Le Forze dell’Ordine e il terrorismo: la banca dati Interpol e le operazioni congiunte
  • La percezione sociale del terrorismo
  • Terrorismo e crisis communication

VUOI SAPERNE DI PIÙ?