MASTER IN SUSTAINABLE MOBILITY AND TRANSPORT

BORSE DI STUDIO

Finalità

Il Master in Sustainable Mobility and Transport di Link Campus University fornisce ai partecipanti le conoscenze e gli strumenti tecnici idonei per operare nel mercato dei trasporti e della mobilità sostenibile.
Il Master affronta i temi della mobilità sostenibile non solo dal punto di vista della società e dei cambiamenti imminenti, ma anche dal punto di vista delle politiche di sviluppo delle grandi aree urbane, dell’efficientamento energetico e della qualità ambientale. Il sistema dei trasporti e della mobilità regionale e nazionale rappresenta una leva di sviluppo dei territori ed una opportunità per contribuire alla competitività degli stessi anche in termini di sviluppo di nuovi mercati internazionali e di logistica di lungo raggio.

Quando si parla di grandi centri urbani, di aree metropolitane e di uno sviluppo in un’ottica di smart city, i trasporti e la mobilità sostenibile diventano un elemento fondamentale per la trasformazione.
Il Master in Sustainable Mobility and Transport affronta l’evoluzione attraverso lo studio e la ricerca di modelli di gestione innovativi per la logistica integrata, per la mobilità di persone e merci, per le tecnologie digitali applicate ai trasporti (ITS), e per la mobilità dolce e condivisa.

 

Obiettivi

Il programma del Master inSustainable Mobility and Transport è principalmente rivolto a coloro che operano nella pianificazione, gestione, esercizio e valutazione dei sistemi di trasporto, merci e persone, e fornisce gli strumenti per:

  • l’analisi e la pianificazione della competitività di aree territoriali dal punto di vista dell’organizzazione dei sistemi logistici e trasportistici;
  • la valutazione ex ante ed ex post delle misure e delle azioni di politica dei trasporti e della mobilità per lo sviluppo territoriale;
  • la pianificazione dei piani urbana di mobilità sostenibile e delle relative misure sul campo;
  • l’efficientamento energetico e la sostenibilità ambientale nei nuovi sistemi di mobilità;
  • lo studio e l’analisi di nuovi modelli di mobilità condivisa e sviluppo di “mobility as service”;
  • la gestione di progetti di smart mobility e di interventi per implementazioni tecnologiche.

 

ORGANI

Il Direttore
Prof. Carlo Maria Medaglia

Co-Direttore
Massimo Marciani

COMITATO SCIENTIFICO

Vincenzo Bloise
Fabrizio Calvo
Marco Massenzi
Enrico Finocchi
Carmine Rossin
Michele Ziosi ‎

DOCENTI

Sandro Bartolucci
Francesco Benevolo
Vincenzo Bloise
Paola Cossu
Stefania Di Serio
Gianluca Fabbri
Rocco Giordano
Andrea Pasotto
Davide Triacca
David Hassanabadi Sepahi

Iscrizione e accesso al Master

I candidati al Master, per essere ammessi alla prova di selezione, devono essere in possesso di Laurea Triennale (requisito minimo per l’ammissione al Master) o Specialistica, di Laurea Magistrale e/o di Laurea Vecchio Ordinamento, conseguita in una Università degli Studi della Repubblica Italiana o altro Istituto Superiore equiparato, o di altro titolo equivalente conseguito presso altra Università, anche straniera, a condizione che il medesimo sia legalmente riconosciuto in Italia.

I candidati in possesso di un titolo accademico conseguito all’estero dovranno essere in possesso della dichiarazione di valore del titolo conseguito, rilasciata dalle competenti rappresentanze diplomatiche o consolari italiane del paese in cui hanno conseguito il titolo.

I requisiti devono essere posseduti e dimostrati alla data di scadenza del bando di Ateneo, pena la non ammissione alla prova di selezione del Master.

La retta senza agevolazioni per l'iscrizione al Master è di € 10.000. Il contributo di Iscrizione è di € 500,00 e il costo della Tassa di esame finale è di € 300,00.

PROGRAMMA

Scarica il calendario.

ore

UNIT 1 – INQUADRAMENTO GENERALE

Trend di Sviluppo dell’economia, dei trasporti e della logistica:

  • Global Issues
  • Megalopoli
  • Sviluppo resiliente
  • Filiere Produttive Globali
  • Delocalizzazione della Produzione

Le Tecnologie Abilitanti

  • ICT
  • Internet of Things
  • Always On

Attività di approfondimento: 5 ore

ore

UNIT 2 – Quadro Generale della Mobilità Sostenibile e della Logistica Innovativa

La Politica dei trasporti e della logistica dalla UE al nazionale:

  • quadro generale delle politiche di sviluppo
  • Le linee di sviluppo comunitarie al 2020 e 2030
  • Piano Nazionale della Logistica e DEF 2015

Le infrastrutture e le modalità dei trasporti:

  • Politiche euromediterranee in materia di trasporto e Autostrade del Mare
  • L’analisi economica degli investimenti in infrastrutture di trasporto

Trasporto convenzionale:

  • Trasporto su gomma (persone, merci)
  • Trasporto su treno (persone, merci)
  • Trasporto via aereo (persone, merci)
  • Trasporto via nave (persone, merci)

Trasporto Intermodale:

  • Sviluppo dell’intermodalità nel trasporto delle persone per favorire scelte di mobilità sostenibili
  • Il Ciclo plurimodale e il Trasporto Combinato (strada-ferrovia; strada-mare)
  • Il Ciclo Monomodale complesso ed il Transhipment
  • Il ruolo chiave dei Nodi Logistici

Attività di approfondimento: 20 ore

ore

UNIT 3 – La Mobilità Sostenibile

Sostenibilità:

  • Introduzione alla Sostenibilità
  • Le “global issues” chiave nel trasporto e la sostenibilità (impatti sul clima, la biodiversità, energia e sicurezza, ecocarburanti, uso delle risorse e del suolo, inquinamento, impatti sociali…)

Policy e Governance:

  • Politiche di sostenibilità e pianificazione urbana: PGTU
  • Planning (sosta tariffata, zone 30, isole ambientali e aree e itinerari pedonali, parking plan, bici plan, sustainable mobility action plan, pedaggio urbano, area C, bus lane e corsie riservate)
  • Policy (incentivazioni e accordi, mobility management, Pedibus e Bicibus, Bike to School)

Modalità di trasporto sostenibile:

  • Mezzi di trasporto sostenibili (bus CNG, LNG, bus elettrici, ……)
  • Sistemi innovativi per il trasporto merci: cargo bike, consegne con droni)

La mobilità elettrica e la mobilità ad idrogeno:

  • Stato dell’arte e analisi dei punti di forza e di debolezza a livello nazionale e comunitario)

La sharing economy applicata alla mobilità sostenibile:

  • La sharing economy nei trasporti (bike sharing, scooter elettrici, car sharing e car pooling)
  • Il modello del car sharing, best practise e benchmark
  • I nuovi modelli (scooter sharing)
  • Il modello del car pooling, best practise e benchmark

Attività di approfondimento: 12 ore

ore

UNIT 4 – La Logistica Innovativa

Green logistics:

  • Inquadramento generale dell’impatto sull’ambiente delle attività umane, con focus sull’impatto della logistica e sui trend in corso
  • Il ciclo di vita del prodotto ed il carbon footprint;
  • l’impatto della logistica;
  • diversi tipi di trasporto ed il loro impatto;
  • focus sulle fonti energetiche per il trasporto,

Azioni di green logistics:

  • L’Integrated product policy: il nuovo modo di concepire i prodotti;
  • Il contributo fondamentale del settore della logistica all’interno dell’IPP;
  • Azioni concrete che si possono realizzare per ridurre il carbon footprint;
  • Fonti rinnovabili con focus sulla loro efficacia;
  • Azioni in area trasporti;
  • Gli imballi, la plastica;
  • Impatti di altre attività logistiche;
  • Includere la green logistics nella strategia aziendale

Reverse Logistics:

  • Analisi della cosiddetta “logistica di ritorno” relativa alla movimentazione dei prodotti dalla loro naturale destinazione finale a ritroso nella catena di distribuzione fino al produttore iniziale o ad un nuovo soggetto della supply chain.

Intermodabilità e Logistica Cooperativa:

  • L’utilizzo efficace dei diversi sistemi di trasporto in funzione dello spostamento da effettuare
  • Nuovi sistemi collaborativi fra operatori dello stesso segmento di mercato
  • Integrazioni di diversi operatori all’interno della medesima filiera.

Urban logistics management:

  • Quadro di riferimento normativo
  • Modello di domanda ed offerta di mobilità (persone e merci) nelle aree urbane
  • Mercato della distribuzione urbana delle merci
  • E-commerce e just in time: nuovi modelli distributivi
  • Logistica cooperativa e collaborativa (shared economy)
  • Urban logistics manager.

Attività di approfondimento: 35 ore

ore

UNIT 5 – ICT per la Mobilità e la Logistica

I sistemi ITS a servizio della mobilità sostenibile:

  • la centrale della mobilità (architettura e componenti)
  • I sistemi di rete (bus a chiamata, car pooling, uber, waze….)
  • I modelli di infomobilità multicanale
  • Tecnologia e sensori per il controllo (ZTL, controllo accessi, pedaggi, enforcement, etc…)
  • Tecnologie e sensori per la localizzazione e il monitoraggio dei veicoli (sistemi AVL, AVM)

ITS e Urban logistics e:

  • Nuove tecnologie e Sistemi Intelligenti di Trasporto (ITS) a supporto della Urban Logistics)

Lo stato dell’arte degli ITS per la gestione della logistica:

  • I Sistemi ICT/ITS a supporto della gestione della Supply Chain
  • Le indicazioni Europee (e-Maritime, e-Freight; e-Custom)
  • Gli standard di riferimento Nazionali per la progettazione (ARTIST/PICOGE)
  • Le Piattaforme di Riferimento Europee (National Single Window, Sportello unico Doganale)
  • Le Piattaforme di Riferimento Nazionali (Piattaforma Logistica Nazionale – PLN, Port Community System – PCS ecc.).

Attività di approfondimento: 15 ore

ore

UNIT 6 – Strumenti Innovativi di Finanziamento

Programmi Europei:

  • Fondi Strutturali e programmi comunitari
  • Programma EU
  • Focus sui programmi e le call (mobilità – logistica – ambiente)

Fonti di Finanziamento EU / Nazionali:

  • Fondi Diretti e Indiretti
  • Fondi Nazionali e Regionali

Nuovi tipi di Finanziamento:

  • Partenariato pubblico privato
  • Crowdfunding

Attività di approfondimento: 8 ore

VUOI SAPERNE DI PIÙ?